Congruità e coerenza con le risultanze degli studi di settore precludono l’accertamento analitico–induttivo

La Redazione
05 Ottobre 2023

La disciplina di favore che, al ricorrere di determinati requisiti, si applica nei confronti dei contribuenti soggetti al regime di accertamento basato sugli studi di settore, preclude gli accertamenti basati sulle presunzioni semplici. 

I contribuenti soggetti al regime di accertamento basato sugli studi di settore che dichiarano, anche per effetto dell’adeguamento, ricavi o compensi almeno pari all’ammontare ritenuto congruo risultante dall’applicazione degli studi e che abbiano regolarmente assolto gli obblighi di comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell’applicazione degli stessi e la cui posizione risulti coerente con gli specifici indicatori previsti dai decreti di approvazione degli studi di settore o degli studi di settore applicabili, non possono essere sottoposti ad accertamento analitico – induttivo.