Coming soon: il programma della settimana

20 Maggio 2024

E' nata da sé, come spesso avviene, l'idea di guidare i lettori del nostro portale con una discovery ragionata delle decisioni e dei contributi che pubblichiamo ciascuna settimana, facendo una scelta che si rivela sempre difficile nella selezione dell'amplissimo materiale che riguarda il processo civile.

Lunedì pubblichiamo una decisione della Corte di cassazione sulla natura e il conseguente regime del provvedimento che segue all’omessa o tardiva iscrizione a ruolo dell’espropriazione forzata con una nota dell’avv. Paolo Cagliari.

Il giorno successivo offriamo ai nostri lettori un commento della dott.ssa Caterina Costabile, Giudice delle controversie familiari presso il Tribunale di Salerno, alla pronuncia con la quale le Sezioni Unite della Corte di cassazione hanno confermato, a fronte dell’opposto orientamento che era emerso nella giurisprudenza di legittimità in alcune decisioni dello scorso anno, l’applicazione della sospensione feriale dei termini processuali nei procedimenti di revisione delle condizioni di separazione o di divorzio, nei quali si discuta del contributo di mantenimento o dell’assegno divorzile nelle varie forme.

Nel primo Focus della settimana Massimo Vaccari ci guida, con mano esperta, lungo le insidie che potrebbero verificarsi dinanzi ai Consigli degli ordini forensi nell’ammissione al patrocinio a spese dello Stato, in conformità alla disciplina speciale introdotta dal d.lgs. n. 149/2022, per la fase dinanzi agli organismi di mediazione e di negoziazione assistita, ove queste siano obbligatorie.

Segue, giovedì, un commento dell’avv. Valentina Baroncini, ricercatore di diritto processuale civile, alla decisione delle Sezioni Unite della Corte di cassazione sul se possa considerarsi vendita concorsuale, ai fini dell’art. 108 l.fall. e delle conseguenze da esso stabilite, la modalità dell’alienazione che si realizza in esito al subentro ex lege del curatore fallimentare nel contratto preliminare di vendita di un immobile da adibire ad abitazione principale del promissario acquirente, trascritto ai sensi dell’art. 2645-bis c.c., risolta in senso affermativo, con una pronuncia gravida di conseguenze sul piano applicativo.

La settimana si conclude con la pubblicazione di un interessante Focus dell’avv. Luca Conte dottorando di ricerca, sulla mediazione nell’azione di classe.

Come di consueto, il programma è ulteriormente arricchito da news, sia di giurisprudenza di legittimità che di merito, e da quesiti operativi.

Buona lettura!

Vuoi leggere tutti i contenuti?

Attiva la prova gratuita per 15 giorni, oppure abbonati subito per poter
continuare a leggere questo e tanti altri articoli.