Tribunale online: al via la sperimentazione

La Redazione
29 Febbraio 2024

Dal 1° marzo 2024 il progetto interesserà le sedi di Catania, Catanzaro, Marsala, Napoli Nord, L'Aquila, Trento e Verona.

Il Tribunale online sarà accessibile da qualsiasi dispositivo tramite i seguenti indirizzi:

- https://smart.giustizia.it/to;

- https://pst.giustizia.it.

L'applicativo prevede due sezioni: un'area pubblica informativa e una riservata dispositiva.

All'interno dell'area riservata è possibile depositare autonomamente le istanze nell'ambito di alcuni procedimenti di volontaria giurisdizione (per i quali non è previsto l'obbligo dell'assistenza legale) e monitorare tutte le fasi del procedimento. L'accesso all'area riservata richiede l'autenticazione tramite SPID, CIE e CNS, mentre per il deposito delle istanze è necessaria la firma digitale.

I procedimenti ammessi al deposito telematico attraverso la piattaforma sono:

  • amministrazione di sostegno (art. 473-bis.58 c.p.c.);
  • gestione dell'eredità giacente e nomina del curatore (art. 782 c.p.c.);
  • richiesta di autorizzazione al compimento di atti di straordinaria amministrazione in favore di minori (artt. 320, 374 c.p.c.);
  • autorizzazione al rilascio di passaporto o documento valido per l'espatrio per figli minori (art. 3, lett. a) l. n. 1185/1967).

 La piattaforma è inoltre predisposta per la consultazione di molteplici procedimenti nell'ambito della volontaria giurisdizione.

Nei casi in cui il procedimento, o il Tribunale di riferimento, non sia tra quelli coinvolti nella sperimentazione, l'utente avrà la possibilità di recepire informazioni utili all'avvio dell'iter per l'atto di interesse, con indicazione e riferimenti dell'ufficio giudiziario di competenza territoriale.

Importanti sono le novità che la piattaforma prevede:

  • il deposito per l'utenza non qualificata sarà possibile attraverso la compilazione online con procedura guidata e l'invio della domanda direttamente dalla piattaforma;
  • le notifiche cartacee da parte dell'ufficio giudiziario, spedite tramite raccomandata postale, saranno sostituite dalle notifiche di avvenuta consegna visualizzabili nell'area riservata del portale;
  • la modulistica eterogenea tra uffici giudiziari sarà sostituita da una modulistica standard, disponibile nell'Area pubblica del portale;
  • l'assenza di supporto nella compilazione dei depositi integrativi per l'istituto dell'Amministrazione di Sostegno e le difficoltà nel reperimento di informazioni saranno superate con l'introduzione di strumenti digitali.