In G.U. la legge che tutela la sicurezza del personale scolastico

La Redazione
18 Marzo 2024

La legge 4 marzo 2024, n. 25 - recante modifiche agli articoli 61, 336 e 341-bis c.p. e altre disposizioni per la tutela della sicurezza del personale scolastico - è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 15 marzo 2024. Le nuove norme entreranno in vigore il 30 marzo 2024.

La legge n. 25/2024 è destinata a  tutelare la sicurezza del personale scolastico  a fronte di sempre più frequenti episodi di  violenza nei confronti dei docenti.

Oltre all'istituzione di un apposito osservatorio nazionale (art. 1), alla promozione dell'informazione (art. 2) e all'istituzione della  Giornata nazionale di educazione e prevenzione contro la violenza nei confronti del personale scolastico che si terrà il 15 dicembre di ogni anno (art. 3), la legge apporta alcune  modifiche al codice penale.

In particolare:

  • circostanze aggravanti: all'art. 61 c.p., è aggiunto il numero: «11-novies) l'avere agito, nei delitti commessi con violenza o minaccia, in danno di un dirigente scolastico o di un membro del personale docente, educativo, amministrativo, tecnico o ausiliario della scuola, a causa o nell'esercizio delle loro funzioni» (art. 4 l. n. 25/2024);
  • violenza o minaccia a un pubblico ufficiale: all'art. 336 c.p. viene aggiunto il comma 1-bis: «La pena è aumentata fino alla metà se il fatto è commesso dal genitore esercente la responsabilità genitoriale o dal tutore dell'alunno nei confronti di un dirigente scolastico o di un membro del personale docente, educativo, amministrativo, tecnico o ausiliario della scuola» (art. 5 l. n. 25/2024);
  • oltraggio a pubblico ufficiale: all'art. 341-bis  c.p. viene aggiunto il comma 1-bis: «La pena è aumentata fino alla metà se il fatto è commesso dal genitore esercente la responsabilità genitoriale o dal tutore dell'alunno nei confronti di un dirigente scolastico o di un membro del personale docente, educativo o amministrativo della scuola».