Sull’applicazione del rito speciale appalti ai provvedimenti di revoca in materia di procedure di gara

Redazione Scientifica
19 Dicembre 2019

In applicazione del principio generale del contrarius actus, anche i provvedimenti di revoca (di provvedimenti di aggiudicazione o del bando) adottati in materia di procedure di gara sono soggetti...

In applicazione del principio generale del contrarius actus, anche i provvedimenti di revoca (di provvedimenti di aggiudicazione o del bando) adottati in materia di procedure di gara sono soggetti al rito speciale previsto dagli artt. 120 e ss. del c.p.a. (conf. T.A.R. Piemonte, sez. I, 12 agosto 2019, n. 935; T.A.R. Lombardia, Brescia, sez. I, 24 gennaio 2019, n. 79; T.A.R. Toscana, sez. I, 12 maggio 2011, n. 818).

Nei giudizi amministrativi di contenuto misto - impugnatorio e di accertamento e condanna - allorché sia proposta domanda di annullamento di provvedimenti ricadenti nella disciplina degli artt. 119 e 120, c.p.a. e conseguenziale domanda di risarcimento del danno, deve trovare applicazione al giudizio il rito speciale ex artt. 119 e 120 c.p.a (Cons. Stato, sez. V, 4 giugno 2019, n. 3756; con riferimento alla normativa previgente, si veda anche Cons. Stato, sez. IV, 3 ottobre 2012, n. 5191).