Redazione scientifica
27 Luglio 2021

È stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale n. 175 del 23 luglio 2021 il d.l. 105/2021 recante «Misure urgenti e per l'esercizio in sicurezza di attività sociali ed economiche» e contenente una proroga dello stato di emergenza nazionale e delle misure emergenziali concernenti il processo civile.

E' stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale n. 175 del 23 luglio 2021 il d.l. 105/2021 recante «Misure urgenti e per l'esercizio in sicurezza di attività sociali ed economiche».

L'art. 1 «in considerazione del rischio sanitario connesso al protrarsi della diffusione degli agenti virali da Covid-19» proroga lo stato di emergenza, dichiarato con deliberazione del Consiglio dei Ministri del Consiglio dei Ministri del 29 luglio 2020, 7 ottobre 2020, 13 gennaio 2021 e 21 aprile 2021, al 31 dicembre 2021. Il citato decreto contiene inoltre la proroga al 31 dicembre 2021 delle misure emergenziali concernenti la giustizia civile (e penale). Così l'art. 7 prevede, nel processo civile, la prosecuzione del sistema del deposito telematico degli atti, la trattazione scritta e il ricorso alla video udienza. Nello specifico, vengono prorogate fino al termine dell'anno delle «disposizioni di cui all'art. 221, commi 3, 4, 5, 6, 7, 8 e 10 del d.l. 34/2020, convertito, con modificazioni, dalla l. 77/2020, nonche' le disposizioni di cui all'art. 23, commi 2, 4, 6, 7, 8, primo, secondo, terzo, quarto e quinto periodo, 8-bis, primo, secondo, terzo e quarto periodo, 9, 9-bis, 10, e agli artt. 23-bis, commi 1, 2, 3, 4 e 7, e 24 del d.l. 137/2020, convertito, con modificazioni, dalla l. 176/2020». Si prevede inoltre che «le disposizioni cui all'art. 23, commi 8, primo, secondo, terzo, quarto e quinto periodo, e 8-bis, primo, secondo, terzo e quarto periodo, e all'art. 23-bis, commi 1, 2, 3, 4 e 7, del d.l. 137/2020 non si applicano ai procedimenti per i quali l'udienza di trattazione e' fissata tra il 1 agosto 2021 e il 30 settembre 2021».