Ragionevole prospettiva di risanamento: requisito oggettivo per la conferma delle misure protettive e cautelari

La Redazione
23 Gennaio 2023

Una pronuncia del tribunale di Piacenza in tema di composizione negoziata e conferma delle misure protettive e cautelari ex art. 19 CCII.

In tema di conferma delle misure protettive e cautelari ex art. 19 CCII, costituisce requisito oggettivo per la conferma delle misure la sussistenza di una ragionevole prospettiva di risanamento, la quale deve essere accertata, in base ad un giudizio prognostico avente natura sommaria, sulla base di indici intrinseci ed estrinseci che consentano al Giudice di apprezzare la ragionevolezza e la non manifesta inidoneità del piano di risanamento aziendale prospettato dall'imprenditore, tenuto anche conto della concreta situazione di crisi o di insolvenza, per come si è manifestata.

Deve essere, conseguentemente, rigettata la conferma delle misure protettive, quando manchino allegazioni sufficienti, suffragate da concreti riscontri probatori, che consentano al Giudice di verificare la ragionevolezza e la solidità delle assunzioni poste alla base del progetto di piano di risanamento.

Riferimenti giurisprudenziali

Inquadramenti