La legittimazione attiva del socio della società debitrice si desume dal titolo, dal precetto e dal pignoramento

La Redazione
07 Dicembre 2023

Nel caso di opposizione all’esecuzione incardinata da una società e da un unico socio contro il creditore procedente, se la domanda non è formulata anche dall’altro socio che ha sottoscritto il mandato non sussiste difetto di legittimazione.

Nel caso di opposizione all’esecuzione incardinata da una società e da un unico socio contro il creditore procedente, se la domanda non è formulata anche dall’altro socio che ha sottoscritto il mandato in qualità di legale rappresentante della società debitrice non sussiste difetto di legittimazione, posto che l’unico socio attore è dotato della legittimazione, se è individuato come debitore sia nel precetto, che nel titolo, unitamente con la società attrice ed è altresì destinatario del pignoramento.