Lo statuto non può negare al socio di partecipare all’assemblea che ne decide l’esclusione

La Redazione
22 Dicembre 2023

Il Tribunale di Napoli ribadisce il principio secondo cui, in ipotesi di esclusione di un socio da società di capitali, lo statuto non può prevedere che il socio della cui esclusione si tratta sia privato anche del diritto di convocazione e intervento in assemblea.

La delibera di esclusione di un socio assunta in difetto della convocazione del socio escluso configura un vizio di assenza assoluta di informazione, che ne determina la nullità ai sensi dell'art. 2479, comma 5, c.c.

Deve ritenersi nulla, per contrarietà alla norma avente natura inderogabile di cui all'art. 2479 c.c., una clausola statutaria nella parte in cui non consente al socio della cui esclusione si tratta neppure il diritto di intervento in assemblea, per poter prendere posizione in ordine agli addebiti a lui contestati.