Legge di Bilancio 2024 e Milleproroghe in G.U.

La Redazione
03 Gennaio 2024

Pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale la legge 30 dicembre 2023, n. 213, Legge di Bilancio 2024 e il decreto legge 30 dicembre 2023, n. 215, Milleproroghe 2023.

La legge 30 dicembre 2023, n. 213 (Legge di bilancio 2024) è stata pubblicata sul Supplemento Ordinario n. n. 40 della Gazzetta Ufficiale n. 303 del 30 dicembre.

Tra le misure, ampiamente anticipate, sono da segnalare la riforma delle aliquote Irpef (si riducono a tre gli scaglioni Irpef per il 2024: in merito, si veda anche il il d.lgs. 30 dicembre 2023, n. 216, in materia di riforma delle imposte sul reddito delle persone fisiche, in attuazione della Riforma Fiscale) e un nuovo taglio del cuneo fiscale-contributivo. Viene, inoltre, modificato il regime transitorio di deducibilità, ai fini IRES e IRAP, delle perdite su crediti di banche, società finanziarie e assicurazioni.

Sempre sulla Gazzetta Ufficiale n. 303 è stato pubblicato anche il decreto-legge 30 dicembre 2023, n. 215, recante disposizioni urgenti in materia di termini normativi (c.d. Milleproroghe).

L'art. 3, comma 8, estende all'esercizio 2023 il regime di sospensione degli ammortamenti: i soggetti che non adottano i principi contabili internazionali possono, in deroga a quanto previsto dall'art. 2426, comma 1, n. 2 c.c., sospendere gli ammortamenti annui del costo delle immobilizzazioni materiali e immateriali.

Il successivo comma 9 del medesimo articolo, invece, proroga anche alle perdite emerse nell'esercizio in corso al 31 dicembre 2022 il regime eccezionale di “sterilizzazione”, introdotto originariamente dalla legislazione emergenziale di epoca Covid (d.l. n.23/2020).

Pubblicata, infine, anche legge 30 dicembre 2023, n. 214 (Legge annuale per il mercato e la concorrenza 2022) che contiene, tra le altre, disposizioni relative ai poteri e ai procedimenti dell'AGCM, che diventa l'autorità designata per l'esecuzione del regolamento (UE) 2022/1925 (c.d. “Digital Market Act“).