Invalida la notifica di atti e cartelle a mezzo PEC se non riconosciuta la paternità

La Redazione
La Redazione
14 Febbraio 2017

Se non sottoscritte digitalmente o accompagnate da attestazione di conformità all'originale le notifiche delle cartelle, di atti e di intimazioni al pagamento a mezzo PEC...

Se non sottoscritte digitalmente o accompagnate da attestazione di conformità all'originale le notifiche delle cartelle, di atti e di intimazioni al pagamento a mezzo PEC risultano invalide. Non garantiscono, infatti, il valore di certezza e corrispondenza i documenti inviati via PEC da Equitalia se sono del tutto carenti di quelle procedure atte a garantire la genuina paternità, nonché mancanti della firma informatica e/o digitale, e non rispondenti a criteri di univocità ed immodificabilità.