Esclusione della responsabilità da cose in custodia

Redazione Scientifica
11 Dicembre 2019

La responsabilità per danni cagionati da cose in custodia è esclusa solamente dal caso fortuito, che individua un fattore riconducibile a elemento esterno...

La responsabilità per danni cagionati da cose in custodia è esclusa solamente dal caso fortuito, che individua un fattore riconducibile a elemento esterno, avente i caratteri dell'imprevedibilità e dell'inevitabilità; nel caso di specie, la parte lesa ha allegato e provato la sussistenza della pavimentazione bagnata, cui è seguita la rovinosa caduta, e tale elemento costituisce una insidia imprevista e imprevedibile, non tempestivamente segnalata, tale da determinare la perdita di equilibrio e la caduta, risultando in tal modo assolto l'onere di provare circostanze che costituiscono fatti idonei a radicare il nesso eziologico tra la caduta, il danno e la responsabilità del custode; per contro in alcun modo il custode, per liberarsi della presunzione di responsabilità per il danno cagionato dalla cosa, ha provato il caso fortuito tale da prevenire lo evento dannoso o da ridurne le conseguenze, non avendo chiesto nè dedotte prove su tale punto, dovendo dunque ritenersi sussistente la responsabilità dello stesso ai sensi dell'art. 2051 c.c.